Domande frequenti

Funzionamento di mailkeep con caselle di posta gratuite
Ultimo aggiornamento 2 anni fa

MailKeep è in grado di archiviare la posta elettronica da moltissime diverse fonti, sia online che offline tramite i più comuni protocolli di comunicazione ed è compatibile con moltissimi formati di files.
Uno dei metodi di archiviazione più usati è quello del protocollo IMAP che è uno standard per quanto riguarda l'accesso alle caselle di posta elettronica sia sulle piattaforme dedicate che su quelle condivise.
Purtroppo però ci sono sempre più fornitori, principalmente in ambito non professionale, che limitano l'accesso alle proprie caselle di posta per costringere i propri utenti all'uso di accessi specifici.

È il caso delle caselle di posta fornite dagli operatori telefonici o dai portali pubblicitari (ad esempio caselle @tin.it @tim.it @tiscali.it etc..), che solitamente possono essere lette via IMAP solamente tramite la connettività specifica dell'operatore; oppure è il caso di fornitori di servizi pubblicitari (@libero.it @gmail.com etc..) che costringono l'accesso alla webmail in cui è presente la pubblicità.
Tutti questi operatori bloccano l'accesso a MailKeep impedendo il corretto funzionamento dell'archiviazione.

Tale limitazione non è imputabile al nostro servizio, ma al fornitore della posta elettronica.
Anche per questo motivo, tali servizi di posta (solitamente gratuiti) sono da ritenersi forniti a solo uso personale e non professionale.

Per gli utenti in possesso di caselle di questo tipo, che volessero fare comunque uso di MailKeep rendiamo disponibile l'importazione off-line della posta realizzabile tramite archivi EML e MSG, PST (Microsoft Outlook) e MBOX.

Attendi, per favore!

Per favore attendere... ci vorrà un secondo!